Home progetti 2010 Traduttori in erba
1)    COME E’ NATO IL CONCORSO?
L’idea del concorso “Traduttori in Erba” è nata all’interno del gruppo di ricerca InMedIO PUER(I) coordinato da Rachele Antonini del Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingue e Culture dell’Università di Bologna. Questa iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto di ricerca sull’intermediazione linguistica e culturale ad opera di bambini e adolescenti figli di immigrati, un fenomeno estremamente diffuso nella realtà sempre più multilinguistica, multietnica e multiculturale delle società europee, in particolare di quella italiana e emiliano-romagnola.


2)    QUALI ERANO GLI OBIETTIVI DEL CONCORSO?
Lo scopo è stato quello di sviluppare una maggiore consapevolezza nei confronti delle attività di intermediazione linguistica e culturale svolte da bambini e ragazzi e sensibilizzare insegnanti, famiglie e allievi riguardo a un fenomeno che molto raramente riceve l’attenzione che merita. Si è voluto inoltre favorire il riconoscimento del valore e dell'importanza dell'attività svolta dai bambini mediatori italiani e di altre nazionalità a favore dell'integrazione.


3)    A CHI ERA RIVOLTO?
Gli alunni partecipanti delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado sono stati invitati a scrivere un tema o realizzare un disegno, accompagnato da breve didascalia, che illustrasse la loro esperienza di traduttori/interpreti o che raccontasse una mediazione linguistica ad opera di loro coetanei di cui fossero stati testimoni.
Per mediazione linguistica (orale o scritta) si intende qualsiasi situazione in cui si sono trovati a tradurre per i genitori, per un familiare o per un amico una lettera (o un  qualsiasi testo scritto) o una conversazione (in banca, dal medico, in un negozio, a scuola, ecc.) o in cui hanno potuto osservare un loro coetaneo/compagno che traduceva in una delle situazioni descritte sopra.


4)    CHI HA SOSTENUTO L’INIZIATIVA?
L’iniziativa è stata sostenuta da:
- Assessorato all’Istruzione – Comune di Forlì
- Assessorato alla Cultura – Comune di Forlì
- Fondo per la Cultura del Comune di Forlì
- Ufficio Scolastico Provinciale della Provincia di Forlì - Cesena    
- Assessorato alle Politiche per l’Istruzione – Provincia di Forlì – Cesena
- Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori, Università di Bologna
- Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingue e Culture


5)    QUANTI HANNO ADERITO?
Circa 200 alunni dalle seguenti scuole hanno aderito all’iniziativa:
Scuola Elementare "Diego Fabbri"
Scuola Elementare "Dante Alighieri"
Scuola Elementare "Matteotti"
Scuola Elementare “Saffi”
Scuola Elementare Meldola
Scuola Media “Zangheri”
Scuola Media “Palmezzano”
Scuola Media “Croce”
Scuola Media “Maroncelli”
Scuola Media “Mercuriale”

6)    QUALI ERANO I PREMI?
I 6 premi per i temi/disegni vincitori del concorso sono stati ripartiti come segue:

-1° premio Categoria Scuole Secondarie di Primo Grado:Targa: Traduttore ad Honorem. Buono libri. Articolo di abbigliamento e gadget per il vincitore. Fornitura di materiale didattico e cartoleria per la classe.
-1° premio Categoria Scuole Primarie Primo Ciclo: Targa: Traduttore ad Honorem. Buono libri. Articolo di abbigliamento e gadget per il vincitore.  
-1° premio Categoria Scuole Primarie Secondo Ciclo: Targa: Traduttore ad Honorem. Buono libri. Articolo di abbigliamento e gadget per il vincitore.

-2° premio: Targa: Traduttore ad Honorem. Articolo di abbigliamento e gadget per il vincitore. Fornitura di materiale didattico e cartoleria per la classe.

-3° premio: Targa: Traduttore ad Honorem. Articolo di abbigliamento e gadget per il vincitore.

-4° premio: Targa: Traduttore ad Honorem. Articolo di abbigliamento e gadget per il vincitore.


7)    CHI HA VINTO?
1° PREMIO (CAT SCUOLE PRIMARIE 1MO CICLO): ARDIT SELMANI, SCUOLA PRIMARIA MATTEOTTI

1° PREMIO (CAT SCUOLE PRIMARIE 2DO CICLO): MONDAY OROBOSA, SCUOLA PRIMARIA DIEGO FABBRI

1° PREMIO ASSOLUTO (CATEGORIA SCUOLE SEC. 1MO GRADO): XIA ZHANG, SCUOLA MEDIA “MARONCELLI”

2° PREMIO: DENE’ HAMADO, SCUOLA MEDIA “MARONCELLI”

3° PREMIO: DANIEL FABBRICA, SCUOLA MEDIA “ZANGHERI”

4° PREMIO: CRISTINA CHITU, SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI"


8)    CHI HA SELEZIONATO I VINCITORI?
Un gruppo di 10 esperti, individuati dai promotori tra i docenti della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori e da rappresentanti delle istituzioni della città di Forlì, hanno selezionato la rosa dei 6 vincitori.

9)    PENSATE DI RIPROPORLO?
L’iniziativa sarà riproposta su base annuale ed estesa a tutti i comuni della provincia di Forlì-Cesena.

10)    ALTRE INIZIATIVE?
Il gruppo di ricerca intende inoltre proseguire questo progetto su base regionale, coinvolgendo scuole di altre province, ed estendendo la ricerca anche alla mediazione fatta da adulti.
In collaborazione con il Fondo per la Cultura del Comune di Forlì, sono in fase di progettazione 2 laboratori rivolti a bambini e ragazzi mirati ad approfondire l’incontro e la collaborazione multilinguistica e multiculturale: un laboratorio fotografico e uno di cinema.
L’obiettivo del laboratorio fotografico è di avvicinare bambini e ragazzi al linguaggio fotografico, stimolando la loro creatività e il loro senso estetico attraverso la fotografia. Mediante l’uso delle immagini e l’utilizzo della fotografia come mezzo espressivo i partecipanti potranno mostrare la propria visione della realtà del loro territorio e raccontare le loro storie, le loro percezioni ed esperienze. Il Progetto Fotografia si rivolge alla fascia d’età tra i 6 e i 16 anni suddivisi in due gruppi: 6-10 anni e 11-16 anni. I partecipanti lavoreranno a progetti a coppie finalizzati a favorire l’integrazione e la reciproca conoscenza. Alla fine del corso sarà organizzata una mostra con le fotografie prodotte dai partecipanti. Il tema proposto è “La città attraverso i miei occhi”.
Il laboratorio cinematografico è finalizzato all’introduzione al linguaggio del cinema ed alla formazione tecnica dei partecipanti. Obiettivi primari del laboratorio cinematografico: avvicinare i giovani italiani e figli di immigrati alla realtà del loro territorio e favorire l’integrazione tramite il lavoro di gruppo. Il Progetto Cinema si rivolge ai giovani frequentanti le scuole medie e superiori. I partecipanti divisi in gruppi di lavoro definiranno ed attueranno un progetto dalle prime fasi creative e progettuali fino ad arrivare alla composizione dell’opera filmica. Il tema proposto è “Come vivo la mia città”.
 







 
Copyright © 2019 Fondo per la Cultura - Comune di Forlì. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.